Africa,  Itinerari,  Marocco

Cosa vedere a Marrakech in 3 giorni

Hai un ponte a disposizione e non sai dove andare? Marrakech fa al caso tuo. E in questo articolo ti proponiamo un itinerario di tre giorni con cui riuscirai a vedere tutte le meraviglie della città!

Pur essendo diventata una meta molto turistica, Marrakech continua a mantenere la sua originalità che la rende diversa da qualsiasi altra città.

Prima di iniziare con l’itinerario, ti consigliamo (se ancora non l’hai fatto) di prenotare il tuo soggiorno presso il Riad Les Rêves d’Amelie: il proprietario è di una gentilezza infinita, la stanza è molto pulita e la vista della terrazza si affaccia direttamente sulla moschea El Yazid.

  • Itinerario primo giorno: Tombe Saadiane, Dar Si Said, Palais de la Bahia, Palazzo El-Badi
  • Itinerario secondo giorno: Moschea di Koutoubia, Jardin Majorelle, Medersa Ben Youssef, souk centrali
  • Itinerario terzo giorno: gita fuori porta alle cascate di Ouzoud
  • Alcuni consigli

Itinerario primo giorno

Dedica il primo giorno alla parte sud della Medina. Inizia dal quartiere Kasbah, dove si trova una delle cattedrali più belle della città e vai a visitare le Tombe Saadiane: furono commissionate dal sultano Al-Mansour nel 1600, ma vennero completamente murate dal suo successore e riscoperte soltanto nel 1917. La sala principale, chiamata “Sala delle dodici colonne”, è ricoperta di marmo di Carrara e muqarna (i famosi nidi d’ape che vedrai per tutta la città) e accoglie le tombe dei principi sauditi e dei dignitari di corte. I giardini esterni, invece, ospitano le tombe dei cortigiani e delle mogli.

! costo ingresso 70 DH

Incamminati per il Dar Si Said e preparati a entrare nei souk: l’onda di gente che si muove intorno a te, se non ci sei mai stato, ti lascerà senza parole! Il Dar Si Said è una residenza del XIX secolo che ospita il museo delle arti marocchine, un bellissimo cortile interno, ma la visita di per sé se non sei un appassionato di tappeti non è nulla di che.

! costo ingresso 30 DH

PAUSA PRANZO: Dar Dar

Approfittane oggi che sei da questa parte della città, si tratta di una delle terrazze più suggestive, dove potrete assaggiare la famosa tajine nella sua versione originale (pollo, olive e limone). Sorseggiate un drink fresco e fate la ricarica di energie, vi servirà per il giro del pomeriggio!

Entra al Palais de la Bahia e preparati a restare senza parole per la bellezza delle decorazioni marocchine. Al centro del palazzo si trovano bellissimi giardini e il caratteristico harem in cui vivevano le quattro mogli e le 24 concubine di Abu Bou Ahmed.

! costo della visita 70 DH

Concludi la giornata con la visita al palazzo El-Badi: era una delle residenze più prestigiose di Marrakech ma ora non restano altro che le rovine e i giardini. La descrizione non è molto attraente, rispetto a tutti gli altri palazzi, ma fidati merita assolutamente la visita!

! Costo della visita 70 DH

…è il momento della famosa piazza Jeema El-fna

Poco prima del tramonto, incamminati verso la famosa piazza Jeema El-fna, dove vedrai incantatori di serpenti, scimmie con gli occhiali da sole e bancarelle dai mille colori. Ricordati di dare qualche dirham se vuoi scattare delle foto! Per cena ti consigliamo uno dei ristoranti la cui terrazza affaccia direttamente sulla piazza, così da poterti godere lo spettacolo del tramonto. Noi abbiamo scelto il Zeitoun Café, dove abbiamo assaggiato alcune specialità marocchine. Per sapere che cosa mangiare di tipico vai a leggere questo articolo.

Itinerario secondo giorno

Inizia il secondo giorno con un giro ai giardini della bellissima Moschea di Koutoubia: la principale moschea della città, il cui accesso è consentito soltanto ai musulmani.

Dedica il resto della mattinata alla visita dei Jardin Majorelle, proprietà di Yves Saint Lauren dal 1970, quando, dopo essere venuto in città, se ne innamorò follemente. Consiglio: prendi i biglietti online, ti farà evitare un sacco di coda!

“Prima di Marrakech, tutto era nero. Questa città mi ha insegnato cosa sono i colori e ho abbracciato la sua luce, i suoi sfacciati contrasti e le sue intense invenzioni” diceva della Città Rossa Yves Saint Laurent.

Costo della visita: 150 DH

Dai giardini ti conviene prendere un taxi (anche solo per gustarti una guida marocchina!) e farti portare da Naima dove mangerai il cous cous più buono e autentico della città: il posto è piccolino, senza menù, portato avanti da tre donne che ti faranno uscire davvero sazio e soddisfatto!

Con la pancia piena incamminati verso la Medersa Ben Youssef, una vecchia scuola coranica di architettura araba dove rimarrai stupito dalla bellezza delle decorazioni marocchine.

Costo della visita: 50 DH

E ora abbandona qualsiasi mappa: è il momento di perdersi nei souk, dove verrai catturato dalla loro caratteristica frenesia, dai mille profumi. Mi raccomando, la parola d’ordine se vuoi acquistare qualcosa è CONTRATTA: i locali vivono di contrattazione e quasi si offendono se accetti il primo prezzo che ti offrono.

Concludi la giornata cenando da Le jardin Marrakech, un bellissimo ristorante immerso nel verde, dove potrai gustare una romantica cena a lume di candela.

Terzo giorno

Sveglia presto: è il momento di una bella gita fuori porta. Direzione? Cascate di Ouzoud, le cascate più alte del Nord Africa! Si trovano a 150 km da Marrakech e ti conviene affidarti a Get Your Guide per un tour completo. Ti verranno a recuperare direttamente sotto il tuo alloggio e ti porteranno alle cascate in un percorso di 2 ore durante il quale attraverserai svariati villaggi berberi e potrai ammirare il paesaggio delle montagne dell’Atlante, la catena montuosa che attraversa il Marocco centrale. Una volta raggiunto il parcheggio proseguirai a piedi con la guida che ti porterà a vedere le cascate dall’alto e, prima di scendere, verrai accompagnato a vedere come si svolge un’autentica mattina nella casa di un berbero, dove le donne si trovano impegnate nell’estrazione del buonissimo olio d’Argan.

Di fronte alle cascate resterai stregato dal panorama: l’acqua che si getta nella gola di roccia rossastra, il tutto racchiuso dal verde degli ulivi che crescono nei dintorni. Ti sembrerà surreale la pace di questo posto, dopo la frenesia degli ultimi giorni passati in città.

Per pranzo ti aspettano dei buonissimi spiedini di carne con una vista mozzafiato sulle cascate

Concludi la gita in dolce compagnia: ad aspettarti ci saranno delle simpatiche scimmie, che vivono nella vallata e si avvicinano senza paura ai turisti.

Costo della gita: 25 euro

Una volta tornato in città, goditi l’ultimo tramonto marocchino al Kasbah Cafè con un’ultima tajine di pollo.

…qualche consiglio

Sperando ti sia piaciuto l’itinerario, ecco alcuni consigli pratici:

  • Il periodo migliore per visitare la città: aprile-maggio, ottobre-novembre;
  • Ricordati di vestirti in modo adeguato, soprattuto quando entri nella Medina;
  • Parti con dei contanti da cambiare una volta arrivato in città: i ristoranti e i negozi più grandi accettano la carta, ma per fare un pò di shopping nei souk ed entrare nei vari palazzi ti serviranno le banconote locali;
  • Acquista la sim direttamente in aeroporto;

Per altri itinerari come questo seguici e per qualsiasi dubbio non esitare a contattarci!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *